So red the rose

Vi chiederete come sto? Meglio, grazie. Ho dormito tutto il pomeriggio con Birillo attaccato alle gambe. Ne avevo bisogno. Inoltre ieri sera sono andata a dormire un pochino prima dei miei soliti orari assurdi. E ho fatto un sogno che mi ha lasciato una buona sensazione addosso. Intanto ero con mia madre e stavamo girando per banchetti in una sagra paesana. Poi non so come siamo a casa e dai vasi sulla finestra di quella che in teoria dovrebbe essere la mia camera, ma non è mai stata mia davvero e non ci dormo – è diventata la stanza per gli ospiti -, incominciano a fiorire di botto un sacco di piante e fiori tra cui rose rosse e una rosellina gialla. Voi sapete che le rose gialle sono le mie preferite. Osservo il processo da lontano con un senso di timore reverenziale e chiedo a mia madre se è una cosa naturale quello che vedo. Lei sorride e dice di non preoccuparmi. poi non ricordo più nulla. Io vi avverto, preparatevi psicologicamente. Ho in mente un post su come la gente arriva in questa casa. E se ci sono cose veramente pertinenti a quello di cui ho parlato in questi due anni e passa, c’è altro e non mi capacito a) di come diavolo google abbia fatto ad associare il mio blog a certe chiavi b) perchè diavolo certa gente arriva da me sperando di trovare proprio quello che cercano! Leggerete, oh se leggerete…
Precedente Freak like me Successivo Pagan poetry

2 commenti su “So red the rose

  1. aglajaGE il said:

    Non vedo l’ora di leggere il nuovo post

    (anch’io stanotte ho sognato di andare al mercato con mia mamma nella città dove abitavamo moooooooooolti anni fa)

    A.

Lascia un commento

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.