Cats

Vi avevo detto che vi avrei parlato del libro che sto leggeendo ed eccolo qui. L’autore riunisce in questo libro, una di seguito all’altra, tantissime informazioni sull’universo felino tra le più originali e spiritose. Ci sono arguzie e motti di spirito sul comportamento del gatto, episodi che hanno per protagonisti  celebri estimatori e famosi detrattori, aneddoti curiosi e salaci, notizie tratte dal pastrimonio storico culturale e letterario d’Oriente e d’Occidente con rapide escursioni nei miti e nelle leggende. Ha degli aneddoti interessanti, qualche piccola soluzione a cui non avevo pensato ma… c’è un ma. Allora in più passaggi parla dell’onicectomia come se fosse una pratica naturale, una soluzione per non vedersi ridurre a brandelli i mobili. Bene, voi sapete che io sono contraria a queste cose. Preferisco continuare con la più tranquilla manicure e lasciare che Birillo si diverta a fare le unghie sulla poltrona ormai ridotta a brandelli in più punti. E’ più sano e naturale per me. So già che qualcuno mi potrebbe consigliare un tronchetto oppure un tiraunghie. Già provato: non lo considera manco di striscio. Non è abbastanza divertente per lui. E poi un’altra cosa che ho letto che mi lascia perplessa e chiedo agli esperti: risulta che esistono dei cappucci in vinile per gli artigli? Mi sembra oltretutto barbara anche questa come soluzione. Io comunque continuo a leggere, la scrittura è leggera, briosa e piacevole. Insomma nonostante le perplessità si lascia leggere. L’immagine che vedrete sotto l’ho disegnata io prendendo spunto dalla vignetta di ieri. E’ stato fatto in due secondi e c’è stata una dimenticanza fondamentale. Ditemi voi quale. E non mi massacrate troppo per la mano…

Precedente Cats Successivo Do you remember?

4 commenti su “Cats

  1. In effetti i due "post" sono in assonanza, fili sottili li uniscono…cause diverse per effetti simili ;)Ombra, luce, siam sempre noi.Negarla ci porta a negare noi stessi, ci porta all'eterno ciclo degli errori che si ripete. Nasconderla? Meglio di no, farsela amica, meglio di sì ^_^Io considero sempre la prova del TRE.Se un "qualcosa" si "ripete" per tre volte..allora è un buon segno da seguire…idem per l'animale Totem. Sintonizzarsi nella sua ricerca ci conduce a lui e se è quello giusto…si fa vedere tre volte 😉 e il cuore batte, impazzisce!

  2. i cappucci in vinile? sono vaccate da americani. nessun gatto sano di mente le terrebbe addosso per più di 5 secondi, se tanto.Per i tiragraffi prova con quelli in cartone che vendono anche nei supermercati: l'investimento è modesto e ho trovato che molti gatti gradiscono. mettilo vicino a qualcosa che non vuoi che venga graffiato

Lascia un commento

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.