Continuando la serie dei musei aperti la domenica e gratuiti per noi genovesi (ci conoscono molto bene quelli del comune…) sono stata al Museo di Storia Naturale Giacomo Doria.
Fondato nel 1867, è noto in ambito scientifico mondiale per la ricchezza e la varietà delle sue collezioni di studio, con 3.800.000 esemplari provenienti da ogni parte del mondo. Raccolte zoologiche, botaniche, mineralogiche e paleontologiche. Nel palazzo monumentale costruito appositamente nel 1912, due piani sono destinati all’esposizione al pubblico, articolata in ventiquattro grandi sale con seimila animali e mille minerali. A partire dagli anni ottanta ha goduto di piccoli miglioramenti. Molti degli esemplari originari vennero procurati dal fondatore nel corso dei suoi viaggi, più di un secolo fa. Successivamente si è aggiunto nuovo materiale presentato secondo standard più moderni e corredato di didascalie e illustrazioni. La sala degli uccelli, dei bovini, dei primati e della fauna ligure, allestite secondo questi principi, sono ottime e molto ricche. Favoloso  per me il reparto dedicato ai rapaci, ai falchi (però metteteci qualche luce in più altrimenti non si vedono bene) e ai gufi. Ho persino capito perchè gli Inca definivano il Quetzal l’uccello degli Dei: ha un piumaggio veramente favoloso. Qualche anno fa hanno pure aggiunto una riproduzione della savana africana, con esemplari impagliati collocati in un plastico con sfondo dipinto e suoni d’atmosfera che rendono l’esperienza abbastanza realistica. Viene rappresentato tutto il regno animale: ahimè persino gli insetti che non ho avuto il coraggio di vedere da quanto questi mi incutono nell’insieme ribrezzo, orrore e terrore. Ci sarebbe stata anche una mostra sulla biodiversità da vedere ma si era già fatto tardi e dovevo tornare a casa. Sarà per una prossima volta. Forse.

Via Brigata Liguria, 9
Tel. +39 010 564567 / +39 010 582171
fax +39 010 566319 
ORARIO:
Mar-Ven 9-19
Sab Dom 10-19
Lun chiuso

BIGLIETTI:
intero € 4,00;
ridotto € 2,80; Card Musei
Ingresso gratuito fino a 18 ed oltre i 65 anni (e per i residenti del comune di Genova solo la domenica)

Precedente Successivo

Un commento su “

  1. cavolo interessante, peccato non possa spostarmi fino a Genova..
    Ho letto i post precedenti..il tuo blog ha un che di armonioso e rilassante, indubbiamente dei quattri elementi tu sei Acqua.Un dono naturale.:)
    Un baciotto, PetaloNero

Lascia un commento

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.