Olive comprese


Ho sempre pensato che la risorsa più grande che l’Italia ha, umanamente parlando, è quella delle regioni. Ogni regione ha la sua tradizione, il suo carico di storie di vita, di personalità, di amore e odio. Se poi tutto questo viene raccontato da uno che ha il fuoco sacro del racconto dentro, può uscirne solo qualcosa di buono. "Olive comprese" è un’autentica giostra di personaggi e vicende irresistibili. Ci sono molti personaggi indimenticabili. C’è per esempio il Crociati, un esperto cacciatore che non ne becca più uno. C’è Luigina Piovati, meglio nota come l’Uselànda (ovvero l’ornitologa…). C’è Eufrasia Sofistrà, in grado di leggere il destino suo e quello degli altri. C’è persino una vecchina svanita come una nuvoletta, che suona al pianoforte l’Internazionale mentre il Duce conquista il suo Impero africano… Ci sono soprattutto, ad animare la quiete di quegli anni sulle rive del lago, quattro gagà, che come i "Vitelloni" felliniani mettono a soqquadro il paese. E c’è la sorella di uno di loro, la piccola, pallida, tenera Filzina, segretaria perfetta che nel tempo libero si dedica alle opere di carità e che, come tutte le acque chete, sorprende con una vera e propria vitalità e forza. Come sono arrivata a questo libro? E’ una di quelle cose che mi porto dentro da Bologna e ha avuto bisogno del suo tempo per maturare e per venire alla luce. Se vi piacciono le storie di vita umana, vita deliziosamente semplice, vi piacerà tantissimo. Tutto in questo libro ha la sua importanza: gatti, piccioni e… olive comprese.

Precedente Have no time Successivo You're vanishing...

Un commento su “Olive comprese

  1. uneclissidiluna il said:

    Interessante e vero..

    Nella regione in cui sono nata, la Calabria, proprio le olive sono pure molto importanti 🙂

    E’ bello conoscere le varie tradizioni e talvolta scoprire che ogni parte dell’Italia ama e fa crescere la sua cultura..

Lascia un commento

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.