Moonlight

Approfitto di una mia non troppo recente creazione grafica per celebrare il 40mo anniversario dello sbarco dell’uomo sulla Luna. Io non c’ero allora, non ero neanche nell’idea dei miei genitori. Mio fratello e mia sorella però c’erano ma non hanno saputo mai totalmente farmi rivivere quel momento. Magari eccedo in fantasia e poesia ma immagino che allora arrivare sulla Luna significava avvicinare l’umanità a quegli scenari fantascientifici di benessere, di pace, di un mondo in armonia. A quarant’anni di distanza non solo quel mondo sembra essere sempre più lontano ma mi chiedo se sarà mai possibile. In piccolo ho toccato con mano come sia difficile e impraticabile la via della pace, della collaborazione tra esseri umani. Se si riesce a scannarci tra gente che in teoria dovrebbe andare d’accordo sulla base di una passione comune, figuriamoci quando si tratta di menti diverse, di culture diverse, di vissuto completamente diverso. Sono un’illusa e una profonda idealista e da qualche parte dentro di me dico che è possibile. Difficile ma possibile. E mi chiedo: ci sono rimasti ancora traguardi grandi come questi? "Mio padre ha visto il primo uomo andare sulla luna, e ora che è già il futuro più nessuno se ne cura…" (Neffa Il mondo nuovo) Già, è proprio così. Com’è possibile che abbiamo perso la speranza in un mondo migliore, intendo come umanità? Cosa è successo? Le solite domande che sarebbe meglio non farsi mai…

Precedente Moonlight Successivo I got nothing to say...

3 commenti su “Moonlight

Lascia un commento

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.