Great balls of fire…

Che paio di palle: ho il pc di nuovo rotto e di nuovo dal tecnico. Stavolta non ho proprio idea di cosa diavolo sia successo. La cosa la trovo quanto meno seccante. Però pazienza. Speriamo di non dover sborsare altri quattrini perchè sono lievemente a secco. A parte questo: sto leggendo un libro splendido che vi consiglio caldamente. Si chiama Diari di Etty Hillesum anni 1941-1943. E’ il diario vibrante di una splendida donna ebrea negli anni della guerra. E’ un canto d’amore verso la vita e l’umanità in genere nonostante tutto, nonostante le barbarie, le leggi razziali. Una cosa del libro mi ha colpito. Cito: «se anche non rimanesse che un solo tedesco decente, quest’unico tedesco meriterebbe di essere difeso contro quella banda di barbari, e grazie a lui non si avrebbe diritto di riversare il proprio odio su un popolo intero. Questo non significa che uno sia indulgente nei confronti di determinate tendenze, si deve ben prendere posizione, sdegnarsi per certe cose in certi momenti, provare a capire, ma quell’odio indifferenziato è la cosa peggiore che ci sia.» Trovo che questo passo possa essere applicato a tutta l’umanità e che queste parole abbiano un’importanza monumentale soprattutto di questi tempi in cui abbiamo sotto gli occhi lampanti esempi di questo tipo di odio. In un certo senso pur con la diversità del periodo storico in cui viviamo mi sento così vicina a Etty. E non saprei dirvi il perchè…
P.S. Avviso per gli anonimi: a causa di certo spam che mi è arrivato in questi giorni ho dovuto istituire la conferma del commento con codice captcha.
Precedente Angels of the universe. Successivo Domande impertinenti

Un commento su “Great balls of fire…

Lascia un commento

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.