30 giorni di musica: Day 5

Scegliere una canzone che mi ricorda qualcuno non è stato semplice. Però c’è un pezzo che posso indicare, un pezzo che preferisco non ascoltare se non voglio ritrovarmi in lacrime. Se io amo la musica come faccio ora, molto lo devo a mio padre. E uno degli artisti preferiti da lui è proprio Louis Armstrong. Questa canzone io ormai non la posso più sentire perchè gli occhi mi diventano lucidi, perchè mi ricorda lui.

I see trees of green, red roses too
I see them bloom for me and you
And I think to myself what a wonderful world.

I see skies of blue and clouds of white
The bright blessed day, the dark sacred night
And I think to myself what a wonderful world.

The colors of the rainbow so pretty in the sky
Are also on the faces of people going by
I see friends shaking hands saying how do you do
But they’re really saying I love you.

I hear babies cry, and I watched them grow
They’ll learn much more than I’ll ever know
And I think to myself what a wonderful world.
Yes, I think to myself what a wonderful world.

Precedente 30 giorni di musica: Day 4 Sigur Ros Successivo 30 giorni di musica: Day 6 Le nuvole

3 commenti su “30 giorni di musica: Day 5

Lascia un commento

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.