Vagabondi

Il libro che sto leggendo ha un principio che non riesce a stupirmi. Si tratta di Il diluvio di Gee Maggie. E fallisce in molti campi. Fondamentalmente è ambientato in un futuro in cui le città vengono sommerse dalle acque da un diluvio. Fallisce in molti modi: non riesce a essere un libro di fantascienza sociologica, non riesce a essere mordente nella sua critica verso i ricchi e il loro mondo fatto esclusivamente di oggetti. Non riesce ad attaccare nemmeno nella critica verso un tipo di genitori assenti. Non è credibile nella profezia per cui l’allineamento dei pianeti del sistema solare porterà alla fine del mondo. Andiamo, ne ho vissuti diversi di allineamenti, tra cui quello degli anni 80 e non è mai successo nulla. E la nascita della nuova religione, il movimento dell’Unica Via, sincretismo di tutte le religioni che sono esistite fino a quel momento, non coinvolge il lettore. Sembra tutto un pedestre esercizio di stile. Insomma se vi capita per caso nelle biblioteche fatevi un favore: evitatelo.
Precedente Catastrofi e affini Successivo Animal nation

6 commenti su “Vagabondi

  1. krishel il said:

    Alice Notturno l’ho letto diversi anni fa e l’ho adorato pure io.

    Keypaxx: quello che dici è vero Ma i grandi scrittori riescono a essere tali al di là dell’esercizio di stile.

  2. keypaxx il said:

    Amo la fantascienza.. ma la leggo poco. Probabilmente perchè, come per il fantasy, si ritiene che un esercizio di stile sopperisca la mancanza di credibilità.

    Un lieto fine settimana a te.

    🙂

  3. krishel il said:

    Eh Joe se riuscissi a beccarlo in biblioteca lo leggerei volentieri. Ma non sempre si trova quello che si vorrebbe trovare.

    Cristy ci sono libri futuristici che sono scritti bene e fanno riflettere. Questo è solo un pessimo libro.

  4. JoeSkanner il said:

    leggo poca fantasciensa attualmente, e questo

    lo eviterò di sicuro …

    ho letto questo poche settimane fa in vacansa

    e mi è molto piasciuto …

  5. anonimo il said:

    In effetti come tipologia di libro non mi ispira per niente. Adesso me ne dai la conferma.

    Meglio continuare sul sicuro tipo quelli di Fannie Flag o altro genere, ma non futuristici.

    Ciao Cristy

Lascia un commento

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.