L’ametista è un quarzo di colore viola ed è una pietra usata in magia fin dai tempi antichi. Posta sotto il cuscino o indossata a letto, l’ametista scaccia l’insonnia e gli incubi, procura un sonno calmo e piacevole, ristoratore, e persino sogni profetici, senza peraltro far dormire troppo. E’ una pietra spirituale, assolutamente senza effetti negativi o associazioni con violenza, rancore o passioni. Quando le fatiche e le tensioni della vita quotidiana si accumulano dentro di voi, rpendete un’ametista nella mano sinistra (o destra se siete mancini) e lasciate che le sue vibrazioni calmanti e riposanti passino dentro di voi. O, meglio ancora, portate addosso un’ametista in modo che sia a contatto con la vostra pelle, e potrete evitare gli stati emozionali così agitati. L’ametista fa cessare le paure, fa nascere le speranze, solleva gli spiriti e fa pensare alla realtà spirituale che sta dietro dietro alle nostre vite. L’ametista calma le tempeste emozionali e, anche in situazioni di potenziale pericolo, può esservi d’aiuto. Infonde coraggio a chi la porta ed è un potente amuleto per i viaggiatori, proteggendoli dai ladri, dai dannim dalle malattie e pericoli. Nella magia del Rinascimento, la figura di orso intagliata nell’ametista veniva portata come amuleto protettivo. Ai tempi dei Greci e dei Romani anelli di bronzo con un’ametista venivno portati come antidoti contro il male e coppe magiche di ametista scolpita scacciavano il dolore e il male da tutti coloro che vi bevevano. Per la sua spiritualità è spesso portata durante la contemplazione o collocata su un semplice altare per la meditazione. POichè è anche una pietra del giudizio, essa consente all’informazione ricevuta dall’inconscio di essere opportunamente recepita eutilizzata. Inoltre rende la mente più acuta, l’intelligenza più pronta e aumenta i poteri mentali. E’ anche usata dalle persone implicate in processi e cause legali per garanzia di buon diritto.  
Precedente Successivo

5 thoughts on “

  1. anonimo il said:

    PS..

    dal mio BoS

    ( o Grammatica ….come preferisco chiamarla io…)

    AMETISTA: LA PIETRA DELLA MENTE

    OLTRE A DONARE SAGGEZZA A NOI E SERENITA’ ALL’AMBIENTE IN CUI VIVIAMO, L’AMETISTA E’ UTILE PER COMBATTERE L’ACNE

    L’ametista è un quarzo di colore viola trasparente. E’ chiamata la pietra dell’umiltà perché ci suggerisce di rinunciare al nostro orgoglio in cambio di una saggezza e di una serenità più elevate.

    Per la sua caratteristica di donare serenità è utile a chi ha perso una persona cara: in questo caso recherà conforto liberando dalla tristezza. La sede ideale per assorbire le emanazioni energetiche dell’ametista è il 6° chacra (terzo occhio), pur operando egregiamente anche sul 4° e sul 7°.

    Riduce la rabbia e l’impazienza, è utile negli stress da eccesso di lavoro, negli stati di tensione e prostrazione. Può essere portata da chi possiede un carattere tendente alle facili arrabbiature in quanto aiuta a ristabilire un equilibrio dopo uno stato di collera.

    Cura e dissolve le emicranie di origine nervosa, concilia il sonno e scaccia gli incubi ricorrenti; a tale scopo sarà utile porre un cristallo sulla fronte prima di addormentarsi, programmandolo per un sonno sereno, dopo di che andrà posto sotto il guanciale; anche una bella drusa di ametista o una grossa punta singola, poste sul comodino, emaneranno i loro effetti benefici conciliando un sonno sereno e ristoratore.

    Cura le affezioni degli occhi, il cuoio capelluto ed i capelli, la ghiandola pituitaria, il timo e la tiroide, bilancia l’equilibrio degli zuccheri nel sangue stimolando l’attività del pancreas ed il metabolismo, stimola la produzione di globuli rossi e rigenera i tessuti. Invita alla sobrietà aiutandoci a non eccedere nell’assunzione di alcol, cibi ed altro.

    Le capacità curative delle creme antiacne saranno potenziate se si porrà nel vasetto un sasso di ametista. Si possono inoltre tamponare le zone colpite dai brufoli con dell’acqua in cui è stata immersa, per almeno ventiquattr’ore, un sasso di ametista o una piccola drusa dello stesso minerale.

    Nella terapia con i cristalli l’ametista è associata al quarzo rosa (posto sul 4° chacra) in quanto, mentre quest’ultimo calmerà il cuore, l’ametista calmerà la mente.

    Si usa anche sul 7° chakra per favorire un rapporto più intimo e profondo con le energie superiori.

    Un bel geode o una drusa, o una grande e singola punta di ametista, poste in bella mostra nell’ambiente in cui viviamo, lo purificheranno e lo difenderanno da eventuali energie negative.

    Nell’antichità l’ametista era ritenuta un potente disintossicante.

  2. Fulca il said:

    Una volta mi ero appassionato al giapponese,ma ne è passato di tempo!! 😀

    Cmq, vorrei dirti che anch’io una volta credevo alle pietre, alle loro proprietà e alla magia. Per alcuni anni. Poi ho smesso, e ne sono felice. E poi non sono mi riuscito a spiegarmi come una pietra potesse avere tutte quelle proprietà!

Lascia un commento

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.