30 giorni di musica: Day 23 Sigur Ros Andvari


Ho sempre pensato che questo pezzo fosse perfetto per l’ultimo commiato. Il suo incedere elegante, la sua dolcezza infinita, quella punta di malinconia. E’ come se vedessi l’anima di chi ha vissuto e lancia un ultimo saluto a chi rimane e continua il suo viaggio sulla Terra. E’ anche l’ultimo saluto che chi vive fa a chi ormai è libero dalle logiche e dagli eventi del suo viaggio fisico. Inizia un altro viaggio, non meno importante, non meno difficile. E’ nella brezza che possiamo sentire tutto questo, possiamo sentire le mille voci che ci salutano ogni giorno…

You saw the whole
You sighed oh no oh life
You sighed all for
You sighed oh no
You sighed only should I
I know
I love you
You saw no one for
You don’t know I would
You
You don’t love you
You don’t know, how could
You don’t know I would
You
You don’t know you

Precedente 30 giorni di musica: Day 22 Ero una nuvola Successivo 30 giorni di musica: Day 24 In your room

Lascia un commento

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.